Benvenuti nel mondo di "Quota 2000"

Ciao!!!

Mi chiamo Giovanni Mazzanti, Giò per gli amici. Sono l'autore del libro "QUOTA 2000 - Escursioni sulle dieci più alte vette dell’Appennino Tosco-Emiliano tra natura, storia e ricordi ".

Un libro che vi ha guidato alla scoperta delle bellezze dell'alto Appennino Tosco-Emiliano.

E' una terra meravigliosa, che sa sempre stupire e incantare chi è disposto a visitarla con amore e rispetto.

In questo sito ci sono tutte le informazioni sul libro "QUOTA 2000".

E' una specie di "curriculum vitae": per suggerimenti e contatti, scrivetemi all'indirizzo e-mail mazzanti.giovanni@gmail.com.

Ma visto che ormai il libro è esaurito... voglio allargare gli orizzonti e far diventare questo sito il diario delle mie escursioni più recenti in Appennino e sulle Alpi.
Per condividere con chi ama la montagna le emozioni sempre nuove che sa regalare...

Buon divertimento e... ci vediamo sul crinale!
P.S.: IL SITO HA SUPERATO ANCHE QUOTA 23000 VISITE!!!!
Ventitremila grazie a tutti i visitatori, anche se - come sempre - non per questo il nome del sito cambierà...

===================================
Subito sotto a questa sezione introduttiva, trovate "UN VIDEO dalla MONTAGNA". Immagini girate sulle nostre montagne che hanno lo scopo di far conoscere e promuovere turisticamente l'Appennino Tosco-Emiliano e le Alpi.

Dopo un lungo silenzio, e dopo la Ferrata del Monte Contrario, eccovi la piccola impresa compiuta con l'amico Massimo Salicini il 29-30/09/2014: salita al Breithorn Occidentale (4165 m) da Cervinia (2050 m) con pernotto al Rifugio Guide del Cervino alla Testa Grigia (3480 m). Potremmo definirla in breve: "più forti della sfiga"....
===================================
Subito dopo "UN VIDEO dalla MONTAGNA", eccovi la rubrica musicale "MUSICA e MONTAGNA" per unire idealmente montagna e musica: un video musicale fra i miei preferiti. Anche voi potete proporre video-musicali scrivendo all'indirizzo e-mail mazzanti.giovanni@gmail.com

Godetevi ora il video "artigianale" girato dal sottoscritto al Concerto di Ligabue, Stadio Dall'Ara di Bologna, 13/09/2014. Io e la mia "piccola-grande cucciola" ci siamo divertiti alla grande con la musica del Liga.
Buona musica, dunque, e Buona Montagna!
===================================

Gio, Danilo, Mauro, Rita, Sara sul M.Sirente (2348 m, Abruzzo) 17.05.2015

Con Mauro Pini e 2 m di neve nella Valle del Silenzio (6/3/2015)

lunedì 8 giugno 2009

Lunedì 8 giugno 2009 alle ore 18:00, nell'ambito della mostra fotografica "Cartoline della montagna" di Federico Tais (da non perdere, v. sito http://www.federicotais.it/) che si tiene dal 1 Giugno al 5 Luglio nella libreria Feltrinelli International, Via Zamboni 7/b, 40126 Bologna, c'è stato un interessante dibattito sulla Montagna e sul ruolo del Club Alpino Italiano. Sono intervenuti:
* Federico Tais, che ha raccontato la sua esperienza di fotografo professionista "convertitosi" alla passione per la montagna, passione che gli ha fatto percorrere in solitaria e con in spalla la sua pesante attrezzatura tutta l'alta via n.1 delle Dolomiti (da Braies a Belluno) scattando foto stupende - alcune delle quali esposte nella libreria Feltrinelli International;
* Francesco Motta, vice-presidente del Gruppo Regionale CAI Emilia-Romagna, che ha ricordato le origini e il ruolo storico del CAI come promotore della conoscenza della montagna a 360° (non solo dal punto di vista alpinistico ed escursionistico, ma anche da quello scientifico e culturale) e ha raccontato aneddoti ed episodi occorsigli nella Alpi e in particolare in Val d'Aosta;
- Vinicio Ruggeri, presidente del CAI Bologna, che - come esempio attuale di questa storica vocazione del CAI - ha illustrato le molteplici attività svolte dal CAI Bologna (corsi, escursioni, studi scientifici, attività sociali);
- il sottoscritto, Giovanni Mazzanti, interpellato da Federico con la domanda retorica "l'Appennino Tosco-Emiliano è vera montagna?". Gli ho risposto con una carrellata di foto tratte in gran parte dal libro Quota 2000 e che mostrano come l'Appennino Tosco-Emiliano sia "montagna sul serio", e che proprio per questo va affrontato con attenzione, attrezzatura, esperienza, conoscenza e preparazione all'altezza, strumenti tutti che il CAI e i corsi che esso propone consentono di conseguire.
Al riguardo una piccola "chicca" accaduta in diretta.
Non mi sto riferendo alle inenarrabili difficoltà per proiettare la presentazione in powerpoint (schermo LCD non collegato, non settato correttamente, etc. etc.), ma a una "pastiche" tra me e una gentile esponente del pubblico, una signora "ricca d'anni e di esperienza". Mentre inizio la presentazione, ponendo a tutti la domanda che ritengo retorica "l'Appennino Tosco-Emiliano è vera montagna?" - e alla quale quindi credo ovvio tutti rispondano "SI'" - la signora si affretta a rispondere ad alta voce con un bel "NO", scuotendo laconicamente il capo. E io ovviamente subito a contraddirla, con dotte e varie argomentazioni. Ma lei non cessa di fissarmi ciondolando il capo con disapprovazione. Della serie: "Fantozzi alla presentazione...".
Scherzi a parte: è veramente duro a morire il pregiudizio che l'Appennino sia una montagna di serie B. Se qualcuno la pensa così, mi contatti all'indirizzo mazzanti.giovanni@gmail.com e lo porterò in un paio di posti dove sono certo che cambierà idea... :-)
W l'Appennino!

Giovanni Mazzanti

Nessun commento:

Posta un commento

UN VIDEO dalla MONTAGNA: Giò e Max. Salicini sul Breithorn Occidentale (4165 m) 28/09/2014

Musica e Montagna: "LIGABUE"Mondovisione Tour - 13/09/2014, Stadio Dall'Ara, Bologna

Quota 2000 in TV!!!! Da è-TG-BOLOGNA del 15 luglio 2010...

VIDEO-TRIBUTO ALL'APPENNINO (by Mauro Penza and the staff of regione Emilia Romagna)