Benvenuti nel mondo di "Quota 2000"

Ciao!!!

Mi chiamo Giovanni Mazzanti, Giò per gli amici. Sono l'autore del libro "QUOTA 2000 - Escursioni sulle dieci più alte vette dell’Appennino Tosco-Emiliano tra natura, storia e ricordi ".

Un libro che vi ha guidato alla scoperta delle bellezze dell'alto Appennino Tosco-Emiliano.

E' una terra meravigliosa, che sa sempre stupire e incantare chi è disposto a visitarla con amore e rispetto.

In questo sito ci sono tutte le informazioni sul libro "QUOTA 2000".

E' una specie di "curriculum vitae": per suggerimenti e contatti, scrivetemi all'indirizzo e-mail mazzanti.giovanni@gmail.com.

Ma visto che ormai il libro è esaurito... voglio allargare gli orizzonti e far diventare questo sito il diario delle mie escursioni più recenti in Appennino e sulle Alpi.
Per condividere con chi ama la montagna le emozioni sempre nuove che sa regalare...

Buon divertimento e... ci vediamo sul crinale!
P.S.: IL SITO HA SUPERATO ANCHE QUOTA 23000 VISITE!!!!
Ventitremila grazie a tutti i visitatori, anche se - come sempre - non per questo il nome del sito cambierà...

===================================
Subito sotto a questa sezione introduttiva, trovate "UN VIDEO dalla MONTAGNA". Immagini girate sulle nostre montagne che hanno lo scopo di far conoscere e promuovere turisticamente l'Appennino Tosco-Emiliano e le Alpi.

Dopo un lungo silenzio, e dopo la Ferrata del Monte Contrario, eccovi la piccola impresa compiuta con l'amico Massimo Salicini il 29-30/09/2014: salita al Breithorn Occidentale (4165 m) da Cervinia (2050 m) con pernotto al Rifugio Guide del Cervino alla Testa Grigia (3480 m). Potremmo definirla in breve: "più forti della sfiga"....
===================================
Subito dopo "UN VIDEO dalla MONTAGNA", eccovi la rubrica musicale "MUSICA e MONTAGNA" per unire idealmente montagna e musica: un video musicale fra i miei preferiti. Anche voi potete proporre video-musicali scrivendo all'indirizzo e-mail mazzanti.giovanni@gmail.com

Godetevi ora il video "artigianale" girato dal sottoscritto al Concerto di Ligabue, Stadio Dall'Ara di Bologna, 13/09/2014. Io e la mia "piccola-grande cucciola" ci siamo divertiti alla grande con la musica del Liga.
Buona musica, dunque, e Buona Montagna!
===================================

Gio, Danilo, Mauro, Rita, Sara sul M.Sirente (2348 m, Abruzzo) 17.05.2015

Con Mauro Pini e 2 m di neve nella Valle del Silenzio (6/3/2015)

giovedì 5 maggio 2011

IL PARADISO ALL'ACQUACHETA

"Come quel fiume c'ha proprio cammino/

prima dal Monte Viso 'nver' levante,/
da la sinistra costa d'Apennino,/
che si chiama Acquacheta suso, avante/
che si divalli giù nel basso letto,/
e a Forlì di quel nome è vacante,/
rimbomba là sovra San Benedetto/
de l'Alpe per cadere ad una scesa/
ove dovea per mille esser recetto;/
così, giù d'una ripa discoscesa,/
trovammo risonar quell'acqua tinta,/
sì che 'n poc'ora avria l'orecchia offesa."/

Così scriveva Dante nella sua Divina Commedia,
(Inferno, Canto XVI, Versi 94-102), descrivendo le spettacolari cascate del torrente Acquacheta "là sovra San Benedetto de l'Alpe". L'Acquacheta è un torrente dell'Appennino Tosco-Romagnolo, che nasce dal Monte Peschiena e unendosi presso San Benedetto in Alpe (FC) col torrente Troncalosso e con il rio Destro dà origine al fiume Montone.
Non è stato però un interesse poetico, ma escursionistico e piscatorio a spingere me, mia figlia Silvia (atletica, intrepida e infaticabile) e l'amico Cesare Biserni a risalire l'Acquacheta fin sopra le cascate, ai "Romiti".
Infatti, dopo tanti anni ho nuovamente tentato la sorte con la pesca alla trota in torrente, seguendo Cesare - grande pescatore di "spinning" - e ogni tanto cimentandomi anch'io in qualche lancio (abbastanza avventato per la verità) nel tentativo di ingannare qualche bella "fario". Ma sfortuna ha voluto che quel giorno - il venerdì di Pasqua - non fossimo soli sull'Acquacheta: ci avevano preceduto ben in sette, come abbiamo scoperto risalendo e raggiungendo mano a mano gli altri pescatori più mattinieri di noi. E così soltanto Cesare, ricorrendo a tutta la sua abilità piscatoria, è riuscito a salpare un paio di fario poco sotto la misura.
Ne è comunque valsa la pena. L'ambiente naturale è incantevole. E lo spettacolo finale delle cascate è grandioso e fantastico. L'ennesima meraviglia di
questo appennino Tosco-Emiliano che non finisce mai di stupire.

Giovanni Mazzanti


1 commento:

UN VIDEO dalla MONTAGNA: Giò e Max. Salicini sul Breithorn Occidentale (4165 m) 28/09/2014

Musica e Montagna: "LIGABUE"Mondovisione Tour - 13/09/2014, Stadio Dall'Ara, Bologna

Quota 2000 in TV!!!! Da è-TG-BOLOGNA del 15 luglio 2010...

VIDEO-TRIBUTO ALL'APPENNINO (by Mauro Penza and the staff of regione Emilia Romagna)